Battersea Park

Battersea-Park

Il parco principale della parte meridionale di Londra è il Battersea Park, culla e cuore ecologico della ricca classe borghese londinese che sulle sponde del Tamigi ha posto la sua cospicua residenza. A differenza degli altri parchi londinesi, Bettersea Park non nasce come parco reale ma come zona verde destinata ai londinesi.

La sua estensione è pari a un chilometro quadrato circa, vicino alla ricca Chelsea e alla trendy Clapham Junction.

Oggi come abbiamo detto sorge in una delle più chiccose zone di Londra, ma non è sempre stato così: è sufficiente spostare lo sguardo verso la vicina Battersela Power Station per capire le origini popolari e industriali di questa zona verde.

Qui nel 19° secolo si praticavano apertamente il tiro al piccione i “galanti” duelli, noto soprattutto quello che vide impegnato il duca di Wellington Wellesley (colui che sconfisse Napoleone a Waterloo) con il conte di Winchilsea: pomo della discordia la promulgazione da parte del primo della Catholic Relief Act che ridava ai cattolici i diritti andati perduti in seguito allo scisma di Enrico VIII. Il duello finì con grandi scuse da ambedue le parti.

Nel 1840 circa il parco subì una totale rigenerazione, i campi vennero drasticamente ridotti e 200 acri di terreno vennero convertiti per la costruzione di abitazioni.
Nell’anno 1852 la regina Vittoria in persona inaugurò i Battersela Fields e li aprì definitivamente al pubblico.

Di anno in anno il numero di visitatori crebbe in maniera esponenziale, tanto che nel 1951 si tenne qui il Festival Garden, evento cittadino facente parte delle celebrazioni nazionali del Festival of Britain; durante detta manifestazione fu costruito l’orologio Guinness e la famosa locomotiva Far Tottering and Oyster Creek.

Oggi oltre ad essere polmone ecologico per i londinesi rappresenta anche un punto di riferimento in termini di svago e alcuni lo definiscono il più interessante di tutta la città. Il Battersela park negli ultimi anni è salito agli onori della ribalta per il suo gradimento e come luogo di tendenza tra i giovani.

Passeggiando tra i suoi viali si può ammirare la pagoda Buddista (Peace Pagoda), sorta ad opera di monaci e suore buddiste; l’Old Pump House, edificio al cui interno si trova un’interessante galleria d’arte. Anche qui trovano il loro giusto spazio i bambini, nel Battersela Park Children’s Zoo, dove possono rimanere estasiati da pony, maialini, coniglietti e scimmiette.

Allo stato libero invece troviamo in questo parco anatre, aironi e cormorani che vivono nelle vicinanze del sub-tropical Garden, fra numerose sculture moderne. Ma le sorprese che il Battersea ha in serbo non sono ancora finite: nella parte settentrionale si trova il Festival Pleasure Garden che ospita un anfiteatro, un teatro, diversi ristoranti e caffetterie.

E se viene voglia di cucina italiana non può mancare una visita alla Gondola al Parco, ristorante tipicamente italiano sulle rive del lago. Dopo una bella mangiata l’ideale è sfruttare il parco per una delle tante attività che qui si possono praticare: dal jogging alla pesca, al ciclismo o all’inglesissimo cricket. Per terminare degnamente la visita al parco ci si deve recare alla Millennium Area, grande zona ricreativa dedicata al tennis, all’atletica e ad altri sport.

Categories: Parchi di Londra

Leave A Reply

Your email address will not be published.