Vivere a Londra: Lavoro e Costo della Vita

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sempre più giovani Italiani in questi anni si stanno trasferendo in UK, in particolare a Londra. Sicuramente in una città come Londra il mercato del lavoro è più interessante per chi magari si è laureato da poco, o vuole semplicemente vivere per qualche anno in un paese straniero. Tuttavia, non è tutto oro ciò che luccica: se pianificate di vivere a Londra per qualche mese, o magari di trasferirvi per un periodo indefinito, è importante partire preparati e sapere a che cosa si va incontro.

Innanzitutto, alcune cose importanti da considerare prima di partire. I punti principali sono tre: un lavoro, un appartamento e un conto in banca.

Per percepire il vostro stipendio avrete bisogno di un conto in banca, e allo stesso tempo per aprire un conto in banca dovrete dimostrare di avere un lavoro. La situazione è analoga per quanto concerne il trovare un posto dove vive: la maggior parte delle agenzie o persino dei privati avranno bisogno di garanzie. Per questi motivi, la priorità assoluta è il lavoro.

Se conoscete già qualcuno a Londra, non abbiate paura di chiedere se sono a conoscenza di qualunque tipo di lavoro: non è garantito che troverete il lavoro dei vostri sogni prima di finire i soldi. Per questo motivo, la cosa da fare è mandare il proprio curriculum ovunque, ed essere preparati, almeno nei primi tempi, a fare i commessi o i camerieri. Siate preparati a cominciare dal basso, ma non perdete mai di vista i vostri obiettivi.

Un buon punto dove iniziare a cercare lavoro sono i siti come reed.co.uk, o londonjobs.co.uk. Fate attenzione alle compagnie che promettono di cercare lavoro per voi a pagamento: in molti casi, si tratta di investimenti evitabili. Se vi rivolgete a qualcuno, informatevi bene: prima di dare la propria fiducia (ed il proprio denaro) a qualcuno, spesso una ricerca su google ben mirata può salvarci la vita ed aprirci gli occhi sulla reputazione di un’azienda o di una compagnia.

Una volta trovato un lavoro, anche se temporaneo, potrete richiedere la lettera del vostro datore di lavoro per aprire un conto in banca: anche per quanto riguarda le banche, il suggerimento è sempre il solito. Informatevi, fate un po’ di ricerca. Le banche più conosciute sono HSBC, Barclays, Natwest e Lloyds, ma ce ne sono un’infinità di minori o di locali, spesso con offerte interessanti o convenienti.

L’ultima cosa da assicurarsi prima di poter stare davvero tranquilli è una casa, o un posto dove stare: a meno che non siate ricchi sfondati, è difficile che possiate permettervi una casa al centro. Se non avete un amico che possa ospitarvi per una settimana o due, dovrete cercare un appartamento. Le zone più interessanti ed al contempo economiche sono sicuramente Clapham, Fulham o Bayswater. Alcuni siti dove cercare sono RoommatesUK, Gumtree, Flatmate Finder, oppure London Relocator. Per chi è disposto a condividere spazi, Londra è ricca di servizi per condividere appartamenti con altre persone.

Ma quanto costa vivere a Londra? Le spese potrebbero essere più consistenti in confronto agli standard di molte città Italiane. Abbiamo raccolto per voi alcune cifre indicative, tanto per farsi un’idea di massima sul costo della vita e sulle effettive possibilità di guadagno a Londra. Le cifre sono basate sulle medie inglesi convertite in euro.

Ad esempio, un pass mensile per la metropolitana costa circa 140 €. Per quanto riguarda le spese mensili (elettricità, riscaldamento, acqua e tasse sui rifiuti), la media si aggira intorno ai 180 € per un appartamento di 85 metri quadri. Un minuto di conversazione al cellulare, senza considerare sconti o tariffe prepagate, si aggira intorno ai 17 centesimi, mentre un mese di ADSL vi costerà circa 24 euro. Anche per quanto riguarda gli affitti, i prezzi sono abbastanza alti: un piccolo appartamento, da una stanza da letto, verrà a costarvi circa 1.800 al mese, in una zona periferica siamo invece intorno alle 1.000 – 1.100 €.

Per sostenere queste spese piuttosto alte, bisogna dire che gli stipendi medi sono a loro volta più alti rispetto alle media italiana. Se un cameriere guadagna circa 1.700 € al mese, infatti, un barista si aggira intorno ai 2.000. Lavori più qualificati come il programmatore, il designer o il web designer possono fruttare facilmente più di 3.000 €, mentre un insegnante guadagna circa 3.800 €, e se troverete un lavoro nel campo della finanza supererete molto facilmente i 4.000 € al mese.

Queste sono alcune indicazioni di base per partire preparati: internet è un ottimo modo per saperne di più, quindi, mi raccomando, iniziate a cercare, e in bocca al lupo!

Categories: Vivere a Londra