Victoria & Albert Museum

victoria albert museum

Victoria & Albert Museum è più grande museo mai dedicato alle arti applicate. Si trova nella zona di South Kensington ed è ospitato in un mastodontico edificio neo rinascimentale che conserva quasi quattro milioni di opera di vario genere.

Oltre all’esposizione di ceramiche, abiti (la sola room 40 è dedicata al percorso dell’evoluzione della moda), vetri, mobili, sculture e dipinti – ma anche qualsiasi altra cosa possa rappresentare l’ingegno dell’uomo nella sua lunghissima evoluzione – il museo presenta inoltre varie documentazioni fotografiche che meglio possono illustrare i progressi scientifici e tecnologici dell’essere umano.

Come sono organizzate le opere

L’interno del museo è organizzato per aree tematiche: i percorsi sono tanti e possono avere come filo conduttore un luogo geografico, un periodo storico, un oggetto in particolare.

Nelle oltre 150 gallerie ospitate nel museo, gli oggetti si affollano in un apparente caos ed è possibile trovare opere di Rodin accanto ad abiti, fotografie o gioielli, ma il caos è solo figurato perché ad una più attenta occhiata appare subito evidente che ogni cosa è organizzata su percorsi logici.

Poiché la comprensione dell’organizzazione interna del museo può non essere così intuitiva, soprattutto per chi non è così avvezzo a frequentare luoghi d’arte, il consiglio è sempre quello di iniziare il proprio percorso di visita dal punto informazioni per avere una mappa del museo e crearsi un proprio percorso mentale per iniziare ad effettuare il viaggio alla scoperta del museo.

Le principali opere ospitate

Fra quelle più spettacolari sicuramente rientrano i cartoni che furono realizzati da Raffaello come bozzetti per la creazione degli splendidi arazzi che adornano la Cappella Sistina. Ma c’è anche il bozzetto de ‘Lo schiavo giovane’ realizzato da Michelangelo Buonarroti e alcune opere di Donatello e di Diego Velázquez.

Ammiratissimo, poi, il ‘Ritratto di Esmeralda Brandini’, una tempera su tavola realizzata da Sandro Botticelli nel 1475. Del 1781 è invece l’opera scultorea ‘Teseo sul Minotauro’ che venne realizzata da Antonio Canova.

E in mezzo a tante opere d’arte cosa spunta? Un paio dei famosi anfibi Doc Martens!

Nelle sale espositive del Victoria & Albert Museum il passato e il presente si mischiano continuamente in un continuum logico che non può che coinvolgere il visitatore.

Fra i reperti conservati ce ne sono anche alcuni che risalgono a tremila anni fa ma è sicuramente nelle gallerie che mostrano la storia del design inglese dal 1500 al 1900 – le cosiddette British Galleries – che il museo trova la sua massima espressione.

Recentemente sono stati inaugurati, infine, nuovi spazi espositivi e fra questi un’intera galleria dedicata all’arte islamica e al design legato a questa religione.

Cosa ne pensano i visitatori

A differenza di altri musei che possono lasciare opinioni contrastanti dei visitatori, i giudizi in rete sono tutti concordi nel giudicare la visita al Victoria & Albert Museum come un’esperienza che non può non essere fatta.

Mai una raccolta così eterogenea di manufatti è stata realizzata nel mondo e questo elemento è immediatamente percepibile tanto da far vincere al museo V&A – come ormai è stato ribattezzato – il titolo di museo con le code più lunghe, battendo anche quelle dei musei Vaticani.

Gli orari del museo

Il museo è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18. Il venerdì, invece, prolunga l’apertura fino alle ore 22.


Indirizzo: Cromwell Road, London SW7 2RL, Regno Unito

Telefono: +44 20 7942 2000

L’ingresso è gratuito, ma alcune mostre permanenti sono invece a pagamento per cui è bene informarsi agli ingressi del museo o, in alternativa, visitare il sito al momento di organizzare la propria visita così da conoscere le mostre in programma, eventuali orari speciali e i costi.

Categories: Musei di Londra

Leave A Reply

Your email address will not be published.