Greenwich

Greenwich

La cittadina è celebre per essere il luogo di nascita di numerosi Tudor di sangue blu.

Il Palace of Placentia in particolar modo ha una storia molto combattuta. Esso cadde in rovina dopo lo scoppio della grande guerra civile. In seguito, a partire dal 1873 il palazzo viene utilizzato come sede del Royal Naval College, un collegio per l’educazione dei militari.

Solamente a partire dal diciassettesimo secolo vediamo che Greenwich diventa un’importante meta per il turismo. Si assiste in questi anni alla costruzione di numerose ville. A partire dal ventesimo secolo la città si afferma come grande centro marittimo, specie a causa della sua posizione privilegiata.

La città è stata costruita su una pianura a sud del Tamigi, per favorire la navigazione e i trasporti marittimi. Il nome, attribuito dai vichinghi, deriva dall’anglosassione Grenewic è ha il significato di luogo verde. Il Meridiano di Greenwich viene adottato solo a partire dal 1884 ed indica una longitudine pari a 0° 0′ 0”.

Il celebre osservatorio ha invece origine leggermente più antiche (1675), ed è oggi liberamente visitabile dai turisti. Sia l’osservatorio che il parco nel quale si trova, sono stati etichettati dall’UNESCO coma patrimonio mondiale dell’umanità nel 1997.

Principali elementi di interesse

Partendo dal presupposto che per visitare tutti i luoghi di maggiori rilievo della cittadina sarebbe necessario impiegare almeno un giorno, ecco una lista di monumenti e attrazioni da non perdere.

Il Royal Observatory è una meta imperdibile per i turisti che possono osservare dalla cima della collina un panorama mozzafiato. L’osservatorio è oltretutto il punto di passaggio del famoso Meridiano. Greenwich presenta un parco reale dall’architettura molto particolare. Il mercato tradizionale di Greenwich merita inoltre l’attenzione di chi ama scoprire la cultura di un paese assaggiandone ed assaporandone i piatti più prelibati.

Da non perdere anche la caratteristica attraversata a battello del Tamigi, dalla quale potrete godere di una splendida vista. Di particolar rilievo sono anche i grattacieli che spiccano a Canary Wharf. Ma se volete vedere qualcosa di davvero unico, recatevi all’ingresso del Greenwich Foot Tonnel. Si tratta di un percorso pedonale che passa sotto il Tamigi e collega la città con l’Isle of Dogs. L’Old Royal Naval College si trova a sud del Tamigi ed ospita al giorno d’oggi il Trinity College e la Greenwich University.

Vale la pena dare un’occhiata. Infine, la Queen’s House, poco più a sud Del Naval College, offre una stupenda Great Hall e una caratteristica scalinata a spirale denominata molto curiosamente Tulip Stairs. Infine una tappa al National Maritime Museum situato a pochi passi è d’obbligo.

Come raggiungere Greenwich da Londra

Per recarsi dalla capitale inglese a Greenwich è possibile sfruttare la metropolitana DLR, che effettua un collegamento diretto dalle fermate di London Bridge, Charing Cross Station e Cannon Street. Per gli amanti dell’auto, il percorso può essere effettuato in mezz’ora circa, passando dalla A3211 alla A200.

Per gli sportivi più accaniti, sappiate che esiste un collegamento per pedoni e ciclisti. Nel primo caso il tragitto dura 2 ore circa passando per la A200, mentre nel secondo caso dura meno di 40 minuti. Inoltre, potrete prendere i bus 108 e 188 per arrivare comodamente a destinazione. Per finire, si ricorda che è sempre possibile effettuare il tragitto per via fluviale, solcando le acque del Tamigi.

Categories: Tours Fuori Londra