Canterbury

Canterbury

La città è divisa in due dal corso del River Stour. Le due parti sono tuttavia collegate in numerosi punti e il fiume è parzialmente navigabile. Si tratta di una cittadina di medie dimensioni dove oggi si contano 43000 abitanti circa.

I primi insediamenti umani nell’area datano addirittura alla preistoria, nel basso paleolitico. Nel 1348 un’epidemia di morte nera colpì la cittadina che all’epoca era decima nel Regno Unito per quanto riguarda la densità di popolazione.

Nel 1381, durante la rivolta dei contadini, il palazzo dell’arcivescovo fu saccheggiato e iniziò un lento processo di allontanamento delle influenze religiose. Durante la prima guerra mondiale la cittadina mise a disposizione numerosi ospedali portati avanti da volontari. La seconda guerra mondiale fu invece un disastro per Canterbury. Più di 700 abitazioni civili e 300 immobili statali furono distrutti a causa delle bombe. 115 persone rimasero uccise.

Economicamente parlando, la città è legata a doppio filo con la presenza dell’arcivescovo di Canterbury. L’attuale arcivescovo ha oltretutto fatto un discorso molto controverso riguardo i limiti salariali, nel 2008. La città beneficia soprattutto da progetti di ampio spettro quali la Canterbury Enterprise Hub e il Lakesview International Business Park.

Principali elementi di interesse

La città colpisce per via della propria agevolezza. Le aree vicine ai monumenti principali sono difatti a portata di pedone.

Il centro antico è sicuramente una meta imprescindibile e presenta ancora il suo antico aspetto medievale. La Cattedrale (Christ Church) impressiona invece per la sua mole e le sue guglie ramificate. Si tratta di un impeccabile esempio di architettura Gotica Vittoriana.

Si consiglia di porre attenzione in particolar modo al campanile (Bel Harry) ammirabile dall’ingresso (Christ Church Gate). La città, specie in periodo estivo, è animata da folle di giovani stanziati principalmente nella Canterbury University.

Vale la pena visitare il campus, che ospita più di un quarto della popolazione locale. Non bisogna negarsi una visita all’Abbazia Agostiniana (Saint Agustine Abbey). Si tratta in fondo della seconda abbazia più antica al mondo. Per gli amanti della cultura,la Beaney House of Art & Knowledge sita nella High Street, offre un buon numero di collezioni di dipinti appartenenti principalmente all’arte locale.

Una piccola galleria e un museo fanno della House un piccolo gioiello. Si cita infine l’Howletts Wild animal Park, nel quale sarà possibile osservare numerose specie di animali e addirittura affittare un ranger per la giornata.

Categories: Tours Fuori Londra