Richmond Park

Richmond-Park

Con i suoi 995 ettari di vastità e le sue querce secolari, Richmond Park è il parco cittadino più grande e boscoso di tutta la Gran Bretagna. Si trova a sud-ovest del centro cittadino e come ogni altro punto di Londra è molto ben servito dai mezzi pubblici.

Ogni anno puntualmente milioni di visitatori londinesi e turisti, visitano questo parco la più vasta area recintata di Londra. Dalle sue cime si può ammirare una vista a 360° della cattedrale di St. Paul, che dista 12 miglia.

Richmond park è una riserva naturale nazionale, qui trovano sede diverse costruzioni in tipico stile vittoriano come la Pembroke Lodge, la Isabella Plantation (paradiso dei fiori) e branchi di daini. Pembroke Lodge fu adibita prima a sede del primo ministro, poi casa d’infanzia di suo nipote ed oggi è un ristorante popolare con vista sulla vallata del Tamigi.

Nel 1637 ad opera di Carlo I questa area viene recintata e adibita a riserva di caccia ospitando all’interno cervi e daini in libertà.

In questi anni Carlo I spostò qui la sua corte per sfuggire alla peste che imperversava sull’isola trasformandola in parco reale a discapito di fattorie medievali e pascoli; per non inimicarsi troppo i contadini della zona Carlo I decise di lasciare il diritto alla gente del luogo di far pascolare i loro animali nel parco e permise loro anche la raccolta della legna.

Alcune querce oggi ancora in buona salute risalgono ai tempi di Carlo I. Nel corso dei secoli il parco non ha subito grandi variazioni, nonostante la sua posizione immersa in mutevoli insediamenti umani, è riuscito a conservare il suo aspetto paesaggistico variegato di colline, boschi e praterie che nascondo gelosamente come tesori giardini finemente mantenuti e ancora oggi abitati da piccola fauna selvatica. In principio l’area era nota con il nome di Monor di Sheen, è a Enrico VII che si deve la denominazione in Richmond e la costruzione del maniero di Sheen.

Le maggiori attrattive di questo parco sono la riserva di caccia, il paradiso dei fiori e la parte chiamata Prince Charles Spinney (boschetto del principe Carlo). In prossimità degli ingressi Ladderstile Gate e Ham Gate si trova la Isabella Plantation, un giardino bosco creato al termine della seconda guerra mondiale da un bosco preesistente ricco di flora e fauna. Il giardino al suo interno custodisce 15 varietà di azalee, oltre 50 specie di rododendri e 120 idribi, celebre in tutto il mondo un arbusto sempre verde originario dell’Asia.

I grandi rododendri che vivono qui sono – anche a causa del clima – a fioritura tardiva, posti nella parte meridionale del giardino tra i due torrenti. Questo parco viene regolarmente utilizzato come location per programmi televisivi, servizi fotografici… vi sono state girate anche due importanti pellicole che narrano della drammatica storia di Anna Bolena.

Come negli altri parchi londinesi sulle sponde del lago artificiale è possibile noleggiare piccole imbarcazioni e pedalò per svagarsi e rilassarsi; altresì è possibile praticare molti sport al suo interno, dalle cavalcate alle corse, dal dolce far niente fino alla caccia (fotografica), passando per le passeggiate in bicicletta.

Categories: Parchi di Londra

Leave A Reply

Your email address will not be published.